Quando una piscina diventa bene di lusso?

  • piscina
  • piscina-di-lusso
  • piscinda

Una piscina interrata in giardino non può essere immediatamente considerata un bene di lusso e pertanto provocare nuove tasse. L’Agenzia delle Entrate disciplina in maniera molto precisa ed articolata diverse caratteristiche che devono concorrere, insieme alla piscina, per il salto di categoria catastale, cioè quella del lusso.

Quindi per valutare il tuo progetto, nel caso di una nuova piscina, tieni presente che innanzitutto la superficie ricoperta dalla piscina, per salire di categoria, deve essere maggiore di 80mq, ciò significa che una piscina di dodici metri per sei (tra le più grandi in ambito residenziale) ne ricopre appena 70.

Inoltre insieme alla piscina, devono esserci almeno altre quattro caratteristiche specifiche per lo step catastale, tra quelle elencate nel DM 1072/1969, come ad esempio:

  • una superficie abitabile superiore a 160mq
  • la superficie di terrazzi e balconi oltre i 65mq
  • la presenza di ascensori e montacarichi, materiali pregiati in pavimenti, pareti e soffitti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *